Archivio eventi 2011 - Sito Istituzionale del Comune di Serri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio eventi 2011

Eventi > Archivio eventi

Concluso con grande successo il Corso di Micologia organizzato dal Comune di Serri in collaborazione con l’Associazione Micologica “Monte Linas”: durante le lezioni, gli esperti hanno illustrato le caratteristiche dei funghi ed insegnato le tecniche per un corretto riconoscimento macroscopico. Al termine del corso, un’interessante mostra nei locali dell’ex Monte Granatico, allestita anche dagli “alunni”, ha messo alla prova i concetti acquisiti durante le lezioni teoriche.
Nei mesi successivi, ha spiegato il Sindaco Samuele Gaviano, altre iniziative di questo tipo verranno sostenute dall’Amministrazione comunale, per promuovere il territorio e valorizzare i suoi prodotti.

In occasione della Cerimonia di Commemorazione dei Caduti in Guerra, il Sindaco Samuele Gaviano ha ricordato tutti i compaesani che con sacrificio hanno contribuito al lungo processo di unificazione dell’Italia, della quale in questo 2011 se ne festeggia il 150esimo.
La cerimonia ha avuto inizio con la liturgia celebrata da don Simon Bolomba e da don Claudio Cera, e partecipata da rappresentanze civili e militari, ed è proseguita in piazza Eroi, con la deposizione della corona d’alloro, la lettura dei nomi dei compaesani morti durante le Grandi Guerre, e gli inni ufficiali, curati dal coro polifonico “Santa Lucia”. Un pensiero ai militari e ai civili italiani scomparsi, e per quelli originari di Serri impegnati in missioni di pace o a sostegno di popoli martoriati da catastrofi naturali. Emozionanti le poesie e i canti degli alunni delle scuole.
Tre, le fasce tricolori davanti al corteo: il Primo Cittadino di Serri Samuele Gaviano, fiancheggiato dal neo Sindaco dei Piccoli Manuel Cogoni, e dal Presidente della Comunità Montana del Sarcidano Barbagia di Seulo, nonché Sindaco di Escolca Eugenio Lai.
Al termine, nel Palazzo Municipale, presentazione del Consiglio Comunale dei Piccoli, un’iniziativa sostenuta dall’Amministrazione comunale e dai genitori, con lo scopo di contribuire al progresso civile, alla sana convivenza, alla crescita socio-culturale dei giovani, nella piena e naturale consapevolezza dei diritti e dei doveri verso la comunità e le istituzioni. Il Consiglio Comunale dei Piccoli dura in carica un anno, è un organo con funzioni propositive e consultive, ed è composto dal Sindaco Manuel Cogoni (12 anni), dal Vicesindaco Riccardo Sanna (10 anni), e dai Consiglieri Cristian Contu (9 anni), Ivan Mulas (11 anni), Patrizia Deidda (10 anni), Ilario Massidda e Gianluca Palmas, i più piccoli entrambi di 6 anni.



  

Bellissimi momenti il primo ottobre a Serri, in occasione della Festa dell’anziano: l’Amministrazione comunale, da sempre impegnata sul fronte dell’aggregazione sociale, ha voluto dedicare a “is aiaius” un’intera giornata, proprio alla vigilia della Festa Nazionale dei Nonni e dei SS. Angeli Custodi.
Al mattino, la Santa Messa nella chiesa parrocchiale, presieduta da don Simon Bolomba, che ha ricordato l’importanza degli anziani, in particolare nella sua terra d’origine, l’Africa, dove vengono addirittura chiamati “Biblioteche”. Al termine della liturgia, i bambini delle scuole hanno recitato poesie a tema, e consegnato ai nonni delle pergamene. La presenza degli alunni è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale, affinché sia sempre vivo il rapporto tra le generazioni.
Grande festa poi al Centro di Aggregazione Sociale, anche grazie all’Associazione  “Giovani Bronzetti” e alle Signore che da tempo animano le attività, dove il Sindaco Samuele Gaviano ha riferito sull’essenziale necessità degli anziani all’interno di un contesto comunitario, dove rappresentano il punto di riferimento, i maestri dai quali ascoltare grandi insegnamenti di vita.  

E’ terminato con successo il secondo appuntamento annuale della Fiera di Santa Lucia, la Festa del Sarcidano: un importante appuntamento che mette in vetrina le risorse eno-gastronomiche e artigianali di tutta la Sardegna. Anche stavolta gli scambi e le vendite in fiera hanno soddisfatto espositori e commercianti.
Questa edizione è coincisa con la riapertura del Mercato dei Produttori che attraverso la formula della vendita di filiera corta, propone ogni domenica mattina le ricchezze dell’agricoltura biologica, specie del territorio del Sarcidano e della Barbagia di Seulo.
Ricco di novità e attrattive il programma della manifestazione fieristica: il laboratorio di pittura, la rassegna di gatti di razza, il raduno di Fiat 500, la mostra di gioghi di buoi, le sculture di frutta, i balli e le musiche tipiche con i gruppi folk di Villamar, Sadali e Selegas. La serata si è conclusa con
la sagra de is pitzottis serresus, e con i ringraziamenti ai Volontari del Soccorso Santa Lucia di Serri che per l’occasione hanno presentato la nuova associazione e inaugurato l’ambulanza.

In occasione dei festeggiamenti per il Santo Patrono, l’Amministrazione comunale ha deciso di farne coincidere l’inaugurazione del nuovo Parco Giochi Comunale, intitolato “Il Nuraghe dei Piccoli”, poiché in esso sono presenti una serie di elementi che rimandano al periodo storico in questione e, del resto, tutto il territorio di Serri, è ricco di importanti testimonianze nuragiche.
“Il Parco”, esclama il Sindaco Samuele Gaviano durante il discorso di apertura, “nasce rispondendo alle richieste espresse da anni direttamente dalla comunità, per la realizzazione di uno spazio all’aperto in cui intrattenere bambini e ragazzi attraverso attività ludiche e sociali”.
I lavori del Parco hanno avuto inizio nel 2010, in occasione del Primo Centenario della scoperta del Santuario Federale Nuragico di Santa Vittoria, svolta agli inizi del ‘900 ad opera dell’archeologo Antonio Taramelli. Per questo, ma soprattutto per non dimenticare le radici storiche, si è deciso di dare al Parco un’impronta nuragica: innanzitutto, la costruzione di un nuraghe, struttura tipica della Sardegna, e poi l’acqua, tanto cara ai nuragici, che sgorga da zampilli disposti lungo una canaletta in lastre di basalto, stilizzata sull’idea della scala gradonata del Tempio a Pozzo. Al centro una meridiana a terra, un orologio solare, ricavato attorno al vecchio pozzo.
Le opere del Parco si sono concluse nell’anno in corso, con la Penisola tutta in festa per i 150 anni dell’Unità d’ Italia: un segno di questo nei tre spruzzi della fontana che all’imbrunire si tingono di verde, bianco e rosso, i colori della bandiera nazionale.
Il parco è suddiviso in due aree, una più riservata con giochi adatti ai più piccoli, l’altra per i grandi. Arricchiscono gli ambienti ampi spazi verdi e arredo urbano: le piante sono state messe a dimora in occasione dell’ultima Festa dell’Albero, e sono dedicate ai sei bambini nati a Serri negli anni 2009-2010.
Alle ore 18.30 del 01 settembre 2011, dopo la benedizione del Parroco don Simon, il Primo Cittadino, affiancato dal Comandante dei Carabinieri della Stazioni di Isili e dal piccolo Gabriele Aresu, che nelle scorse settimane ha avuto un piccolo incidente fortunatamente risolto al meglio, e con la partecipazione di tantissimi bambini e altrettanti adulti, ha tagliato il nastro tricolore, consegnando al paese un nuovo spazio per il divertimento. La serata è proseguita con uno spettacolo di giocoleria e con la festa del gelato.

Dal 24 al 30 luglio, Serri ha ospitato la Scuola Estiva Internazionale di Preistoria Europea, un progetto curato dall’ Amministrazione comunale, dall’ ISSEP e dal Consorzio Turistico dei Laghi.
Una settimana di studio, di confronto pluridisciplinare e culturale, tra realtà differenti, con la partecipazione di studenti, docenti universitari e ricercatori provenienti da tutto il mondo. Sono state approfondite le tematiche archeologiche e antropologiche, legate alla Comunicazione durante la Preistoria, all’ Archeologia del Paesaggio e all’ Archeologia Sociale in Europa, con lezioni in inglese e italiano, svolte presso i locali dell’ ex Monte Granatico.
           Tematiche suggestive, sulle quali si sono confrontati rappresentanti di ampia fama:
Arte Rupestre: rappresentazioni umane dell’ uomo preistorico: prof. Dario Seglie, Università Politecnico di Torino, Direttore del Centro Studi e Museo di Arte Preistorica di Pinerolo, rappresentante IFRAO per L’ Italia, e IFRAO – UNESCO.
Il mondo dei morti e la ritualità Neolitica, l’ arte rupestre della grotta di Su Longu Fresu, Sardegna Centrale: dr.ssa Giusi Gradoli, COMET – ISSEP Cagliari.
Conoscere l’ invisibile, lo sciamanismo nelle culture native dell’ America settentrionale. Il Simbolismo della vita, riflessioni sulla complessità delle forme simboliche tra gli indiani Arapaho: prof. Enrico Comba, Dipartimento di Scienze Antropologiche Università di Torino;
Archeo – Cosmologia, testimonianze di antichi cieli. Astronomi preistorici? Una conoscenza antica creata da miti moderni. Simboli per sempre? Comunicazione tra spazio e tempo: dr.ssa Emilia Paszter, Vice presidente de European Society for Astronomy in Culture, Hungary;
dr. Stephany Koerner, School of Arts, Histories and Cultures, University of Manchester ( UK );
Sepolture speciali come forme di uso sociale nelle grotte: dr. Roberto Maggi, Soprintendenza Archeologica Regionale per la Liguria;
L’ uso dei sistemi GIS per l’ interpretazione dell’ Archeologia del Paesaggio: prof. Alexandra Figueiredo, Department of Landscape, Archaeology and Heritage, Instituto Politecnico de Tomar ( Portogallo );
Analisi dei Sistemi Ambientali, azioni di prevenzione e recupero dei materiali organici scavati in grotta: dr. Claudio Monteiro, FUN Conservation Enterprise and teacher of Conservation at Sintra Professional School;
Connessioni tra la distribuzione superficiale dell’ industria litica e il paesaggio Neolitico nella Siria centrale, il Progetto Mamarrul Nasr. Barcellona Neolitica, nuovi elementi sulla prima occupazione neolitica nella città di Barcellona e le miniere neolitiche di Gavà: dr. Ferran Borrel, Postdoctoral researcher Department de Prehistoria, Universitat Autònoma de Barcelona, Spain.
dr.ssa Romana Ergecovic, AGRFT - Academy for Theatre, Radio, Film and Television dell'Università di Lubiana (Slovenia).
Un piccolo spazio è stato riservato all’ Assessore alla Cultura del Comune di Serri, Santina Contu, che ha illustrato la medicina antica in Sardegna, secondo i segreti ereditati nei secoli dagli antichi sardi.
Domenica 24 luglio, alle ore 19:00, è stata inaugurata e presentata la Scuola Estiva, con la partecipazione delle istituzioni, dei docenti, dei turisti. Ha aperto la serata il Sindaco Samuele Gaviano, mentre la dr.ssa Giusi Gradoli, che si occupa della direzione scientifica della Scuola, ha presentato il corso, i temi e i docenti, che a loro volta hanno fatto brevi interventi, grazie ai quali si è sviluppato un interessante dibattito tra i presenti.  
Grande partecipazione per il Rito Sacro curato dalla dr.ssa Romana Ergecovic, dell’ Università di Lubiana, che da anni studia la simbologia della Cerimonia della pipa sacra nella tradizione degli indiani Lakota.
La Scuola estiva è la conferma del lavoro dell’ Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Samuele Gaviano, che mira a promuovere e salvaguardare le ricchezze tipiche, per incentivare il turismo e l’ economia: tutti gli ospiti hanno soggiornato nei B&B locali, e gustato la cucina serrese nei diversi ristoranti.
La Scuola Estiva si è poi conclusa con il saluto, rinnovato in occasione della Sagra della Pecora, con la degustazione dei prodotti tipici locali, e le musiche della tradizione.  
         




Ottima idea quella dell’ Amministrazione comunale di Serri che ha deciso di convocare per la prima volta un incontro di Consiglio nel sito archeologico di Santa Vittoria, all’ interno della Sala delle Assemblee Federali, dove oltre 3000 anni fa si incontravano i capi dei villaggi per discutere sulle sorti delle loro genti.
Questa volta, l’ argomento portato all’ attenzione dei consiglieri è stato l’ Accordo di valorizzazione dell’ area archeologica, che prevede la concessione a titolo gratuito da parte della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Sardegna della disponibilità del Santuario al Comune di Serri. Un evento storico, quello del 14 luglio 2011 tra le rovine nuragiche, per il paese e per il suo territorio, che raggiungerà il culmine a breve, quando il Sindaco Samuele Gaviano siglerà ufficialmente l’ accordo con il Ministero. La notizia ha fatto il giro del mondo: giornali, tv, internet hanno raccontato al meglio l’ iniziativa originale di una piccola comunità nel cuore dell’ Isola.
Al termine del Consiglio, il Primo Cittadino ha illustrato il successivo appuntamento con la storia e la cultura, la Scuola Estiva Internazionale di Preistoria Europea, a Serri dal 24 al 30 luglio 2011, con la partecipazione di studenti e docenti universitari da tutto il mondo.
L’ accordo, la scuola estiva, i laboratori, le diverse iniziative sono la conferma dell’ impegno dell’ Amministrazione comunale sulla valorizzazione mirata e concreta di una risorsa così importante, quale la Cittadella Nuragica di Santa Vittoria.

Neppure le forti raffiche di vento e un bell’ acquazzone hanno scoraggiato il rinnovo dell’ appuntamento nella terza domenica di maggio con la Fiera di Santa Lucia, la Festa del Sarcidano: all’ inaugurazione era presente un boom di espositori, ridotti nel corso della giornata a poche decine a causa del maltempo; sospese anche diverse manifestazioni in programma, quali l’ agility dog, le esibizioni equestri, il tuning, i laboratori d’ arte e di ceramica, il concerto serale.
Nonostante questo, come raccontato dai presenti, gli “affari” non son andati poi così male: i più ambiti, i prodotti biologici, quelli che conservano il gusto e il profumo di un tempo. Molto apprezzata la mostra allestita dall’ Ente Foreste della Sardegna con l’ habitat lagunare, l’ esposizione dei funghi e la grande collezione ornitologica. Gli animali nei box e i cavalli per il battesimo della sella, la vera attrazione per i più piccoli, intrattenuti al pomeriggio con cabaret e giocoleria. Il concorso di pittura estemporanea ha premiato tre partecipanti: al primo posto Lorenzo Camillo di Arzachena, al secondo Nicola Anedda di Cagliari, al terzo Carlo Atzei di Sestu, che con le loro opere hanno rappresentato al meglio la Fiera, in ogni forma ed espressione. Hanno chiuso la serata, la sagra de sa fregula serresa con funghi e l’ esibizione del gruppo folk di Orroli con le musiche della tradizione sarda.
Anche in questa edizione, la Fiera di Santa Lucia ha dimostrato la sua forte capacità di attirare turisti e visitatori da tutta l’ Isola: non solo il Sarcidano e la Barbagia di Seulo, ma anche l’ hinterland cagliaritano, e le altre zone della Sardegna. L’ Associazione “Giovani Bronzetti” ha promosso attraverso un workshop il prossimo appuntamento culturale, il convegno archeologico e pluridisciplinare che si terrà tra Cagliari e Serri a metà ottobre.
Nella giornata di lunedì, gemellaggio in Fiera tra gli alunni della Scuola Primaria di Serri ed Escolca per un primo incontro, in vista dell’ istituzione del progetto di scuola itinerante.

______________________________________________________________________________________________________________


Grande festa a Serri per l’ anniversario dell’ Unità d’ Italia: l’ Amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni locali, ha organizzato in ricco programma di celebrazioni, che a causa del maltempo hanno dovuto subire delle modifiche.

Nel Centro di Aggregazione Sociale, il silenzio con l’ alzabandiera, hanno dato il via alle celebrazioni, seguite da una serie di contributi storici e culturali, grazie alle esibizioni del gruppo folk “Santa Vittoria” e dei cori polifonici “Santa Lucia” e “Voci in Musica”, riconosciuti di recente dal Consiglio Comunale “Beni d’ Interesse Locale”. La serata è stata presentata dai ragazzi dell’ Associazione “Giovani Bronzetti”, che hanno anche dato lettura di testi, poesie e opere letterarie sulla storia dell’ unificazione e sulla nascita della bandiera nazionale.

“Anche Serri ha dato un forte contributo all’ Unità d’ Italia”, ha riferito il Sindaco Samuele Gaviano durante il suo discorso di apertura, “ed è per questo che è doveroso, per non dimenticare, dedicare la giornata odierna ai nostri compaesani, caduti da Eroi, durante le guerre del secolo scorso. Al ricordo delle vittime”, ha riferito, “è necessario aggiungere l’ operato dei 28 Sindaci e delle relative amministrazioni comunali dal 1861 ad oggi”. Il Primo cittadino ha nominato tutti i suoi colleghi che in questi 150 anni hanno offerto un grande contributo per la crescita della comunità, e ha aggiunto la necessità di consegnare una società sana e forte nelle mani dei giovani, futuro del paese.

Molto apprezzata la partecipazione attiva degli alunni della Scuola Primaria che hanno letto alcuni articoli della Costituzione italiana. Tra gli ospiti, le Forze dell’ Ordine e di Vigilanza del territorio, e i militari di Serri in servizio nei diversi comandi regionali.

In chiusura il Sindaco ha fortemente ringraziato quanti si son resi disponibili per l’ organizzazione della cerimonia, ampiamente partecipata.




______________________________________________________________________________________________________________

Si è svolta nei giorni scorsi la visita guidata degli alunni della Scuola Primaria di Serri al VII Reparto Volo della Polizia di Stato di Abbasanta, organizzata dal Comune e dall’ Istituto Comprensivo, sulla base di un progetto avviato da tempo, dall’ Ufficio di Polizia Municipale locale.

La scolaresca, accompagnata dalle insegnanti e da alcuni assessori, è stata calorosamente accolta dal Comandante di Primo Livello e da alcuni collaboratori: gli alunni hanno partecipato a una lezione di educazione stradale, con test e diploma finale.

“Ringrazio il Comandante per l’ accoglienza riservata.”, ha dichiarato il Sindaco Samuele Gaviano, “I bambini hanno potuto comprendere il lavoro delle Forze di Polizia per il bene della collettività.”

Gli agenti hanno poi effettuato diverse dimostrazioni, tra le quali l’ inseguimento, l’ autodifesa, l’ attività cinofila con istruttori. Di particolare rilievo, la visita all’ hangar, dove i bambini hanno potuto “toccare” gli elicotteri della Polizia di Stato.



______________________________________________________________________________________________________________

La fredda tramontana non ha scoraggiato i partecipanti alla Festa dell’ Albero, tenutasi lo scorso 24 gennaio, nel Parco Giochi comunale di prossima apertura: dopo la benedizione impartita dal parroco di Gergei, sono state messe a dimora le nuove piantine, una per ogni bambino nato a Serri nel 2009 e nel 2010: Massidda Alice, Naqqadi Aisha, Pala Nicolas, Sanna Mauro, Bassu Pierluigi e Puddu Maria Diletta.

Il Sindaco Samuele Gaviano, consegnando le pergamene in ricordo della giornata, ha ringraziato i genitori per la viva collaborazione, e gli alunni della scuola primaria per la loro partecipazione.  Presto, saranno sviluppati progetti per l’ educazione ambientale e il rispetto della natura.




______________________________________________________________________________________________________________

Rinnovato anche quest’ anno il tradizionale appuntamento con le feste di Sant’ Antonio e San Sebastiano, che hanno visto l’ accensione de su foghidoni e i diversi riti civili e religiosi.

Il 20 gennaio, è stata anche benedetta la nuova statua di San Sebastiano deposta in un belvedere riqualificato dall’ Amministrazione comunale, di fronte ai ruderi del santuario campestre. L’ opera, scolpita interamente a mano sulla pietra, è di un artista isolano, è alta 150 cm e pesa oltre 350 kg.

L’ iniziativa rientra in un programma più vasto per la ristrutturazione dei ruderi della chiesetta, che unitamente a quelli presenti in tutti i comuni della Sardegna, fanno parte del progetto “Ecclesiae fabrica”, curato dal prof. Roberto Concas, storico dell’ Arte, sul quale si sta operando per la ricerca dei partner.  

A fine gennaio è stata inoltre realizzata la Festa dell’ Albero, con la partecipazione delle scuole, durante la quale sono state messe a dimora sei nuove piante, una per ogni bambino nato a Serri nel 2009/10. Gli alberi sono stati collocati nel nuovo Parco Giochi, che l’ Amministrazione comunale inaugurerà a breve.









______________________________________________________________________________________________________________

Anche quest’ anno è stato realizzato su Calendàriu serresu per il 2011, interamente in lingua sarda, che vede come protagonisti Arti e Mestieri, illustrati mediante immagini in bianco e nero del patrimonio fotografico e storico delle famiglie locali. Tra le pagine, anche proverbi e modi di dire talvolta non più in uso nel parlato del paese, con relativa spiegazione. I calendari sono stati distribuiti a tutte le famiglie di Serri, grazie alla collaborazione dell’ Associazione “Giovani Bronzetti”, che ha supportato l’ Amministrazione comunale nella ricerca delle fotografie e nella stampa, unitamente al dr. Ignazio Garau, che ha curato anche stavolta le traduzioni.

Oltre a questo, diverse le iniziative sviluppate dall’ Amministrazione a cavallo delle feste di fine 2010: la Mostra di Antonello Matta, allestita per oltre due settimane nei locali dell’ ex Monte Granatico; il Concorso “L’ Angolo Natalizio”, con la premiazione di presepi e scorci caratteristici; Laboratorio di Promozione alla lettura Scopriscienza per bambini, a cura di Giunti Editore; la registrazione del programma “Piatti di Sardegna”, condotto da Maria Giovanna Cherchi, che andrà in onda su Sardegnauno; la consegna di caramelle ai più piccoli, e panettoni agli anziani ultra 80enni, grazie alla collaborazione dei Giovani Bronzetti travestiti da Babbo Natale, che hanno anche realizzato la Super Tombolata con giochi e musica. La vigilia di Natale, uno zampognaro ha portato tra le vie di Serri la gioia della festa, grazie alle melodie del suo strumento.

I Cori Polifonici “Voci in Musica” e “Santa Lucia” hanno organizzato i concerti con esibizioni di diverse espressioni canore e musicali; per l’ Epifania, consegna della tradizionale calza, in una serata di divertimento curata dalla Pro Loco.

A metà dicembre, nell’ area fieristica, insieme al Mercato dei Produttori, ormai appuntamento settimanale per gli amanti delle risorse biologiche e genuine del territorio, è stata ospitata anche quest’ anno la Fiera Natale, curata dalla Coop. Soc. Noesis, con la partecipazione del PLUS Ambito 7, e di tutti i paesi del Sarcidano e della Barbagia di Seulo.



______________________________________________________________________________________________________________


 
Torna ai contenuti | Torna al menu