Archivio eventi 2013 - Sito Istituzionale del Comune di Serri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Archivio eventi 2013

Eventi > Archivio eventi

Grande successo per l’evento “Una Notte di Stelle … talentuosi si nasce (la sfida), proposto dalla Consulta Giovanile, finanziato e sostenuto dall’Amministrazione comunale in collaborazione con l’A.T. Pro Loco e il comitato per la festa patronale di San Basilio Magno.
L’iniziativa è nata per valorizzare l’arte e i talenti, incentivando l’aggregazione e la sana competizione, ma anche per promuovere l’attività imprenditoriale e i prodotti tipici con premi offerti esclusivamente dalle aziende del territorio a tutti i partecipanti.
“Nei nostri paesi ci sono tanti talenti.”, ha detto il Sindaco Samuele Gaviano ad inizio serata, “Questo è un modo per scoprirli. Grazie per la vostra presenza!”, ha aggiunto, ringraziando per la calorosa partecipazione.
Una giuria di qualità ha valutato i 27 sfidanti, divisi in due sezioni, che si sono esibiti nel canto, ballo, suono di strumenti; a presiederla, Claudia Tronci, insegnante di danza, danzatrice e coreografa, ideatrice e conduttrice di "Di che danza 6? su Videolina; oltre a lei: Alessandra Atzori, soprano, artista del coro stabile dell'Ente lirico di Cagliari, insegnante di canto; Enrico Atzeni, musicista, direttore di Music Academy di Isili, per sei anni pianista di Silvia Mezzanotte; Andrea Congia, musicista, compositore di performance teatrali, con musiche tradizionali rock e altro genere; Stefania Anedda, artista della fotografia; Antonio Pintori, giornalista.
“Ringrazio il Sindaco Samuele Gaviano e l’Amministrazione comunale per il sostegno all’idea.”, ha dichiarato Silvia Gaviano, neo Presidente della Consulta Giovanile durante il suo intervento, “Un grazie anche al comitato che ha organizzato la festa in pochi giorni, alla pro loco, ai partecipanti, alla giuria e a tutti per la collaborazione”.
Una lunga serata, mitigata da un buon clima di fine estate, presentata da Monica Tronci, con la partecipazione di tre ospiti: Andrea Desogus, Letizia Demontis e Marta Schirru.


Classifica per la Sezione Giovanissimi:

I Premio: Edoardo Demontis, 12 anni, di Mandas, canto

II Premio: Marika Casula, 6 anni, di Senorbì, canto

III Premio: Samuele Poddine, 9 anni, di Senorbì, canto


Classifica per la Sezione Adulti:

I Premio: Simone Pusceddu, 26 anni, di Gonnosfanadiga, canto

II Premio: Barbara Desogus, 18 anni, di Mandas, canto

III Premio: Alessio Garau, 17 anni, di Lunamatrona, canto, ex equo con Stella Fois, 16 anni, di San Gavino, ginnastica ritmica.








Tre giorni per conoscere Cagliari, Serri, il territorio e stilare un programma dettagliato. Un tour de force per pianificare lo scambio interculturale Sardegna/Francia del prossimo settembre, finanziato dall’Unione Europea e dal Comune di Serri, che avrà come temi principali l’arte culinaria e quella circense.
“Queste iniziative rappresentano un’occasione di arricchimento culturale e sociale per i giovani”, ha detto il Sindaco Samuele Gaviano, “ma danno anche la possibilità di promuovere il nostro territorio e sostenere l’economia”. Nel progetto è coinvolta la Consulta Giovanile di Serri e tutti i ragazzi che vorranno parteciparvi, con l’appoggio dell’Amministrazione comunale.

Dal 18 al 22 giugno si è svolto nel Sarcidano un educational tour in compagnia del Sindaco di Torreglia Filippo Legnaro, l'Assessore di Torreglia Alberto Bettin, il Parroco di Torreglia e Vicario Generale don Lucio Senigaglia, il Presidente del FAI Giulio Muratori, l'Assessore di Garzignano Terme Silvia Bertolin, il Presidente dei Ristoratori Colli Euganei Massimo Franchin, il delegato della Confesercenti di Padova Mauro Cinefra ed il Tour Leader Marcello Serreli.
All’arrivo a Serri, sono stati accolti da una delegazione di amministratori, capeggiati dal Sindaco Samuele Gaviano che, dopo i saluti di benvenuto, ha presentato il paese, illustrandolo attraverso i simboli araldici del gonfalone. Al termine, tour tra le vie del centro storico dove gli ospiti hanno potuto ammirare il panorama, le antiche abitazioni, la chiesa parrocchiale di San Basilio Magno e quella più piccola, dedicata a Sant’Antonio Abate. Tappa anche a sa Domu de s’Acua dove è stato illustrato il progetto e i benefici per la popolazione. In serata, balli e musiche tradizionali in compagnia del gruppo folk locale. Il giorno successivo  escursione sulla Giara e visita al Santuario Federale Nuragico di Santa Vittoria. Assieme alle signore del CAS, i turisti hanno imparato a realizzare a mano, secondo le ricette delle massaie locali, sa fregula e is pitzottis serresus, tipici tagli di pasta, ma anche su civraxiu e su coccoi de sa festa, il pane caratteristico.
“Abbiamo mostrato il nostro territorio nella sua semplicità, senza inventarci nulla di nuovo.”ha dichiarato il Sindaco Samuele Gaviano, “Speriamo di poter portare in Veneto un po’ di Sardegna”.
E’ stata un’iniziativa molto interessante, che ha fatto conoscere le risorse culturali, storiche, ambientali ed eno-gastronomiche di Serri, ma anche di Nurri, Escolca ed Orroli, i quattro Comuni che hanno organizzato il progetto.  


Aperta la nuova ludoteca e lo spazio di animazione giovani, ospitati nei locali delle ex scuole medie. All’inaugurazione erano presenti numerosi bambini e ragazzi, assieme a genitori e nonni. Illustrate anche le attività e i progetti futuri, tra i quali la riqualificazione dello spazio esterno e delle adiacenti aule.
“E' bello vedere le scuole medie, chiuse da quasi vent'anni”, ha dichiarato il Sindaco Samuele Gaviano, “animate dalla presenza di bambini e ragazzi, con
attività ludiche e culturali”.

Grande successo per la Fiera di Santa Lucia, la Festa del Sarcidano, nell’edizione primaverile di quest’anno. Molto apprezzata la mostra degli animali esotici, la rievocazione storica, la festa del cavallo, la sagra de sa fregula serresa con salsiccia, l’esibizione di zumba e dei gruppi folk. Grazie al concorso enologico, premiati i migliori vini del Sarcidano. Oltre seimila i turisti che hanno colto l’occasione per scoprire l’evento fieristico e le sue novità, ma anche per visitare i luoghi di cultura del paese e del territorio.



Il Comune di Serri in collaborazione con la Famiglia Muntoni ha organizzato la cerimonia per il ritorno del soldato Agostino Muntoni, Eroe d’Italia, Caduto durante la Seconda Guerra Mondiale sul fronte albanese, con la traslazione dei resti mortali dal Sacrario Militare d’Oltremare di Bari al Cimitero Comunale di Serri.
E’ stato un grande evento per la piccola comunità di Serri che conta numerosi caduti durante le grandi guerre del secolo scorso: Agostino Muntoni è il primo che ha fatto rientro, ed è stato tumulato nella tomba a terra dove già riposano i suoi genitori.
Nei giorni scorsi presso il Sacrario Caduti d’Oltremare di Bari si è tenuta  la cerimonia di traslazione delle spoglie di Muntoni e di altri sette  soldati italiani caduti nella Seconda Guerra Mondiale, sui vari fronti dove le nostre truppe hanno combattuto. I resti, che finora sono stati ospitati  nei  colombai del chiostro, saranno trasferiti nelle tombe o cappelle di famiglia nei comuni di nascita della nostra penisola. I loro corpi furono riportati in Patria una volta finita la guerra dai territori d’ oltremare ove operarono le unità italiane durante la seconda guerra mondiale (Balcani, Grecia, Africa Settentrionale, Africa Orientale).  
La cerimonia ha avuto inizio con l’arrivo nella chiesa parrocchiale dell’urna contenete i resti mortali, accompagnata dal Sindaco e dagli amministratori. Ad accoglierla nel sagrato i familiari e tutta la comunità, con il parroco di Serri don Simon Bolomba ed il parroco di Albagiara ed Escovedu don Claudio Cera Luogotenente dell’Aeronautica Militare, le forze armate del territorio, l’Esercito di Sardegna, la Polizia Municipale e la banda musicale di Nurri. All’inizio della Santa Messa il Sindaco Samuele Gaviano ha porto il saluto della cittadinanza, ripercorrendo la vita del soldato eroe. “Caro Agostino”, ha detto il Primo Cittadino nel suo intervento, “al tuo valore e al sacrificio va la grata riconoscenza di tutto il popolo italiano. I colori della bandiera sotto la quale hai combattuto per tenere alto il nome della Patria, siano i valori esemplari per le generazioni future: il verde la speranza, il bianco la fede, il rosso la carità. Sono certo che da lassù continuerai a proteggere la tua famiglia, la tua comunità e la Nazione italiana, per la quale hai dato la vita. Riposa in pace. Così sia”.
Dopo di lui, il Sindaco dei Piccoli ha espresso un breve pensiero. Molto profonda l’omelia di don Cera che ha raccontato la sua esperienza sui campi di guerra. Al termine, un lungo corteo ha accompagnato i resti mortali al cimitero.    






Il Comune di Serri in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Provveditorato alle Opere Pubbliche Sede coordinata di Cagliari – Sezione Circolazione e Sicurezza Stradale, il Centro Interuniversitario Ricerche Economia e Mobilità, la Polizia Stradale di Cagliari, ha organizzato un convegno rivolto agli utenti in possesso di patente di guida per sensibilizzarli sull’assunzione di alcool e conseguente condotta di mezzi, dal titolo “Gli incidenti capitano sempre agli altri. Se bevo, non guido”.
Si tratta di un progetto di educazione stradale finalizzato a dare ampio significato al valore della vita ed al suo rispetto, poiché tutti abbiamo il diritto di muoverci, circolare da un luogo ad un altro in modo sicuro, fluido, confortevole, in tutta sicurezza.
Da tempo il Comune di Serri, grazie alla sensibilità degli amministratori e dell’Ufficio di Polizia Municipale, realizza manifestazioni, anche con le scuole, sulla sicurezza stradale. Non va dimenticato il progetto, realizzato ormai da parecchi anni, mediante il quale, con il coinvolgimento delle forze dell’ordine del territorio e del Ministero, viene consegnato agli automobilisti in transito lungo la s.s. 128, al bivio per Serri, depliant e altro materiale promozionale sulla guida sicura.  
Il convegno si è tenuto il 24 aprile presso il Centro di Aggregazione Sociale di Serri. Sono intervenuti:
Samuele Antonio Gaviano, Sindaco del Comune di Serri;
Prof. Ing. Gianfranco Fancello, Ing. Claudia Pinna e Prof. Ing. Paolo Fadda, CIREM - Centro di Ricerche Economiche e Mobilità  - Università di Cagliari, "Studio sperimentale sulla percezione visiva dei conducenti anziani";
Prof. Michele Meloni, Medico del Lavoro CIREM - Università degli Studi di Cagliari, "L'abitudine al consumo di alcool: rischi per la vita, gravi compromissioni nell'attività lavorativa";
Ing. Maria Grazia Carta Phd – Coord. Sez. Circolazione e Sicurezza Stradale, Ing. Donato Carlea – Provveditore – Provv. OO.PP. Sede Coord. di Cagliari “Le distrazioni e gli effetti dell’alcol alla guida”.
Erano presenti anche gli studenti delle classi quinte del Liceo Scientifico Pitagora di Isili. Ha moderato il convegno Silvia Anedda.  



         


Il 17 marzo, in occasione del primo Anniversario della Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’inno e della bandiera, l’Amministrazione comunale di Serri ha organizzato una cerimonia di commemorazione per tutti i compaesani che hanno offerto il loro contributo per il bene del paese e della Patria. In ricordo è stata deposta una targa nell’aiuola centrale della piazza del Cimitero, riqualificata di recente.
La cerimonia è iniziata con una Santa Messa di ringraziamento, ed è seguita con la benedizione della pietra dove è stata riposta la targa. Il Sindaco Samuele Gaviano, accompagnato dal Sindaco dei Piccoli Cristian Contu, ha spiegato l’importanza storica e sociale dell’evento. Alcuni compaesani hanno letto brani, testi, espressioni di personaggi noti, dedicati ai temi del giorno. Molto bello l’Inno d’Italia intonato dai bambini. La festa si è conclusa con il taglio di una torta a forma di Tricolore.

E’ stato festeggiato con grande solennità il Settantesimo Anniversario dell’apertura della Casa delle Ancelle della Sacra Famiglia di Serri. “Oggi, per il nostro paese è una giornata da ricordare:”, ha commentato il Sindaco Samuele Gaviano durante il suo discorso, “il 05 marzo del 1943, con l’Italia nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, con il paese amministrato dal Podestà, il Nobile Francesco Muntoni e con la parrocchia guidata dal sacerdote Antonio Pillai, Serri apriva le porte alle Ancelle della Sacra Famiglia, che con il loro arrivo hanno iniziato a scrivere un’importante pagina nella storia della nostra piccola comunità”.
La Santa Messa era presieduta da S.E. Mons. Arrigo Miglio Arcivescovo della Diocesi di Cagliari, da S.E. Mons. Tarcisio Pillolla Vescovo Emerito di Iglesias e per anni Vescovo Ausiliare di Cagliari, da don Sergio Pisano Vicario della Forania, da don Simone attuale Parroco, e da altri sacerdoti tra i quali alcuni ex parroci di Serri (don Giancarlo, don Giuseppe, don Nino e don Eugenio). Erano presenti inoltre l’Amministrazione comunale, la Polizia Municipale, il Comandante della Stazione Carabinieri, il Sindaco dei Piccoli ed il suo Consiglio Comunale, il Dirigente Scolastico con insegnanti e alunni, numerosi fedeli giunti anche dai paesi della zona.
All’inizio della cerimonia è stata letta la lunga storia delle Ancelle a Serri. A questa, sono seguiti gli interventi delle istituzioni. Il Sindaco ha consegnato all’attuale responsabile una targa ricordo.
“Vorrei rivolgere un ringraziamento commosso alle Ancelle della Sacra Famiglia per il loro lavoro in questi 70 anni nella comunità serrese”, ha aggiunto il Primo Cittadino, “unendo nel ricordo anche le sorelle che in questo momento ci guardano dal cielo. Confermo l’impegno dell’Amministrazione comunale a sostegno del loro servizio, esplicabile con una reciproca collaborazione. L’augurio è che si possano festeggiare ancora insieme tanti anniversari, con lo stesso spirito, gioioso e di armonia, che si respira quest’oggi. Ringrazio quanti negli anni hanno sostenuto la Casa delle Ancelle: parroci, sindaci e amministratori, benefattori, persone che lavorano nel silenzio”.

In occasione delle festività di fine anno l’Amministrazione comunale, con la collaborazione delle scuole, della parrocchia e delle associazioni locali ha realizzato una locandina che riassume i vari eventi, ad iniziare con la solennità di Santa Lucia il 13 dicembre.
La domenica seguente, grazie ad un’idea della Consulta Giovanile è stato realizzato il Mercatino di Natale, programmato per piazza Sant’Antonio, ma poi allestito nei locali del centro di aggregazione sociale a causa del maltempo. Numerosi gli espositori di hobbistica, artigianato, idee regalo. Hanno fatto da cornice la Castagnata in Piazza con la cottura tradizionale delle caldarroste e la conferenza sul programma europeo Gioventù in Azione tenutasi all’ex Monte Granatico.
La mattina della vigilia tanti Babbo Natale, con i volontari dell’Associazione di Soccorso “Santa Lucia”, hanno fatto visita a bambini e anziani portando nelle case la gioia della festa. E’ stato anche consegnato su Calendàriu serresu per il 2013, frutto di un lavoro di ricerca nel patrimonio fotografico del paese, che questa volta è intitolato “Amigus” e dedicato ai temi dell’amicizia. Nelle pagine è stata inserita la spiegazione del significato dei mesi in sardo. Premiati anche i sette angoli natalizi allestiti negli scorci caratteristici.  
I cori polifonici hanno organizzato due concerti partecipati da varie espressioni artistiche, mentre la Pro Loco ha rinnovato l’appuntamento con la festa dell’Epifania e la consegna della tradizionale calza. Ha chiuso il programma il Presepio vivente realizzato dalla parrocchia.

Considerata l’esperienza positiva vissuta l’anno precedente, l’Amministrazione comunale ha deciso di dare seguito al progetto del Consiglio Comunale dei Piccoli. I bambini e i ragazzi hanno eletto i loro rappresentanti all’interno dell’organo consultivo, nominando consiglieri: Manuel Cogoni (ex Sindaco), Ilario Massidda e Cristian Contu alla seconda legislatura; Giuliano Pala, Erika Porcedda, Lorenzo Sanna e Giovanni Massidda per la prima volta in Consiglio.
Dopo qualche settimana Cogoni e Pala hanno comunicato la loro rinuncia alla carica, lasciando il posto a Riccardo Sanna (già vicesindaco) e a Noemi Mereu alla prima esperienza.
In seduta di Consiglio Comunale è stato eletto il nuovo Sindaco, Cristian Contu che ha nominato vicesindaco Riccardo Sanna, ringraziando i piccoli per averlo designato loro rappresentante e i grandi per avergli dato questa importante opportunità. Il Consiglio Comunale dei Piccoli offre infatti una buona chance ai bambini di vivere un’interessante esperienza civica.

Il Santuario Federale Nuragico di Santa Vittoria di Serri è una Meraviglia Italiana: questo prestigioso riconoscimento è stato conferito nei giorni scorsi dal Forum Nazionale dei Giovani grazie ad un progetto patrocinato dalla Camera dei Deputati, dal Ministro dei Beni ed Attività Culturali, dal Ministro della Gioventù, dal Ministro del Turismo e da moltissime regioni italiane.
4500 le candidature inviate da enti locali ed associazioni per far conoscere siti paesaggistici, beni culturali, manifestazioni della tradizione popolare; 1000 sono state elette Meraviglie della Penisola assegnando a ciascuna un bollino.    
Per la Sardegna ne sono state selezionate anche altre tre: la Spiaggia Rosa di La Maddalena, la Fortezza sul mare di Castelsardo, il Carnevale Tempiese di Tempio Pausania.
“Siamo soddisfatti di aver ricevuto il riconoscimento sul Santuario di Santa Vittoria”, ha dichiarato il sindaco Samuele Gaviano, “E’ un premio a quanto i nostri antenati nuragici hanno costruito sulla Giara, è un premio a coloro che nei secoli hanno saputo preservare questa importante meraviglia, è un premio a chi ogni giorno collabora per promuovere questa realtà di grande impatto storico e culturale. Il bollino incoraggia l’attività di valorizzazione”, aggiunge Gaviano, “di recente ho firmato un protocollo d’intesa con il Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio dell’Università degli Studi di Cagliari finalizzato alla programmazione, sviluppo e valorizzazione della storia, del patrimonio culturale, artistico, paesaggistico e monumentale. In Giunta è stato approvato il progetto scientifico redatto dal Dipartimento per l’avvio dalla prossima primavera e per altri cinque anni, di una campagna di scavo, indagine, analisi, restauro e ricerca archeologica nel territorio comunale di Serri”.
Per avere maggiori informazioni sul progetto “Meraviglia Italiana” e conoscere lo spirito dell’iniziativa, si può visitare in sito: www.meravigliaitaliana.it  

 
Torna ai contenuti | Torna al menu