Biblioteca - Sito Istituzionale del Comune di Serri

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biblioteca

Servizi

Biblioteca Comunale
Responsabile : Sanna Claudia
Tel. 0782/806252
e-mail: biblioteca@comune.serri.ca.it




Orari biblioteca

Giorni

Apertura

Chiusura

Lunedì

15,00

19,00

Martedì

08,30

12,30

Mercoledì

15,00

19,00

Giovedì

chiuso

chiuso

Venerdì

chiuso

chiuso

Sabato

chiuso

chiuso

BIBLIOTECA COMUNALE


La Biblioteca Comunale di Serri garantisce a tutti, gratuitamente ed a carattere generale il servizio di consultazione, prestito e fotocopiatura, del materiale librario, delle riviste e dei periodici, nonché delle videocassette di cui è in dotazione e l'ascolto, in loco, dei CD. musicali, nonché la visione dei filmati in DVD.

Essendo inserita già dal 1982, nel Sottosistema Bibliotecario "Sarcidano Barbagia di Seulo", può avvalersi della collaborazione, del supporto tecnico e di tutti i vantaggi offerti da questa istituzione, quali la catalogazione, la consulenza informatica, la scelta di libri e riviste ecc.

Dal 1° ottobre 1999, il Comune ne ha assunto la gestione diretta avvalendosi delle risorse umane presenti in pianta organica, questa scelta politica è stata operata nell'ambito della riorganizzazione dei servizi, con l'obiettivo di razionalizzare l'impiego del personale, nonché le esigue risorse finanziarie disponibili, raggiungendo così l'obiettivo di offrire un servizio adeguato ed efficace.

Il servizio di prestito e la catalogazione del materiale presente in Biblioteca viene svolto con il sistema informatico. Aderisce al progetto di prestito interbibliotecario in ambiente SBN (Sistema Bibliotecario Nazionale).

È stato istituito il servizio pubblico per l'accesso alla rete "Internet", perseguendo il duplice obiettivo di ampliare l'offerta di documentazione libraria e di ammodernare il sistema di ricerca e studio a disposizione dell'utenza.

È stata inoltre, portata avanti una ricerca di fotografie del Gruppo Folk di Serri nei primi anni 70, realizzando così una raccolta su CD di oltre 150 fotografie che si trovano a disposizione in Biblioteca.

Da dicembre 2005 ha aderito al Progetto "NATI PER LEGGERE" e allestito uno spazio dedicato a questo progetto, portato avanti con la collaborazione del "Sistema Bibliotecario Sarcidano Barbogia di Seulo".


************************************************************************************************

In che cosa consiste il progetto Nati per leggere
Apprendere l'amore per la lettura attraverso un gesto d'amore: un adulto che legge una storia.

È questo il cuore del progetto Nati Per Leggere: promuovere una tutela del bambino più ampia in nome del suo diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo.

Nati per leggere è promosso dall'alleanza tra bibliotecari e pediatri. L'Associazione Culturale Pediatri - ACP riunisce tremila pediatri italiani con fini esclusivamente culturali. L'Associazione Italiana Biblioteche associa oltre quattromila tra bibliotecari, biblioteche, centri di documentazione, servizi di informazione operanti nei diversi ambiti della professione.
"La voce della madre, del padre (del maestro) ha una funzione insostituibile. Tutti obbediamo a questa legge, senza saperlo, quando raccontiamo una favola al bambino che ancora non sa leggere... quel che conta nella lettura comune non muta la sostanza: è la promozione del libro da mero oggetto di carta stampata a "medium" affettuoso, a momento di vita". Ce lo ha insegnato Gianni Rodari: un modo per insegnare ad odiare la lettura è "rifiutarsi di leggere".
La stimolazione e il senso di protezione che genera nel bambino il sentirsi accanto un adulto che racconta storie già dal primo anno di vita e condivide il piacere del racconto è impareggiabile.
Il beneficio che il bambino trae dalla lettura a voce alta, operata in famiglia in età prescolare, è documentato da molti studi; favorisce il successo scolastico in quanto i bambini iniziano a confrontarsi con il linguaggio scritto attraverso il quotidiano contatto con la lettura mediato dai loro genitori.
La qualità di queste esperienze precoci influisce sul loro linguaggio e sulla capacità di comprendere la lettura di un testo scritto all'ingresso a scuola. L'incapacità di leggere a scuola è causa di disagio che porta a frustrazione e riduzione dell'autostima e può contribuire ad aumentare il rischio di disagio scolastico.
L'alleanza tra pediatri e bibliotecari nasce dall'esigenza della società civile di sostenere concretamente lo sviluppo dell'abitudine di leggere ai bambini dall'età prescolare.
I pediatri - in particolare i pediatri di famiglia ma anche i pediatri operanti nelle ASL, nei consultori, nei reparti ospedalieri - si rendono disponibili a sensibilizzare i genitori sull'utilità della lettura ai bambini fin dalla più tenera età, nel rispetto delle diverse tappe della crescita.
I bibliotecari da parte loro aiutano i genitori a formarsi un proprio repertorio di letture da condividere con i loro bambini. Promuovono la conoscenza delle proposte di lettura adatte ai bambini più piccoli, mettono a disposizione per il prestito e la lettura in biblioteca una raccolta di libri per bambini tra 0 e 6 anni, invitano i genitori ad usare sistematicamente tali risorse partecipando alle iniziative che accompagneranno il progetto.
************************************************************************************************

 
Torna ai contenuti | Torna al menu